I diciotto giorni di processo che hanno cambiato per sempre la vita di Chico Forti, l’italiano condannato all’ergastolo per omicidio negli Stati Uniti. Il libro ripercorre le vicende che hanno aperto le porte della prigione al nostro connazionale, finito in una rete di truffatori tedeschi e coinvolto nell’assassinio di Dale Pike, avvenuto il 15 febbraio 1998. Due anni di indagini, depistaggi, manomissioni e un’accusa di frode, dalla quale Chico viene prosciolto. Quella stessa frode viene allora traslata come movente nel processodavantiallaCortediMiami.Èinquell’aula,davantiaunagiuria composta da dodici americani, che il lettore entrerà e si immergerà nel dibattimento State of Florida vs Enrico Forti, riportato in esclusiva e tradotto fedelmente. Documenti mai usciti, quali i reperti ammessi come prove,
le arringhe di accusa e difesa, l’esame di ben cinquantacinque testimoni, la maggior parte convocati dallo Stato contro l’imputato. Il tutto per condurvi in quel tribunale in cui la vita di Chico venne sospesa, senza prove,
con artefatti e certamente non oltre ogni ragionevole dubbio. Un’opera mastodontica, con 4.101 transcript da tradurre dall’inglese all’italiano e un lavoro di quasi due anni. Nell’attesa che l’italiano possa rientrare in Italia sulla base dei dettami della Convenzione di Strasburgo. Se Chico tornerà a casa, però, non arriverà nel Paese da innocente. Il suo marchio, almeno per lo Stato che lo ha condannato, è quello di assassino. L’assassino, mai provato, di Dale Pike.

Senza prove. Il processo a Chico Forti di Rita Cavallaro

€ 40,00Prezzo